OPI Trieste - Homepage
  • News n° 939 del 29/04/2019

    OPI Trieste incontra il Vicegovernatore della Regione FVG

    Gentili colleghi,

    come anticipato siamo ad aggiornarvi riguardo l’incontro di oggi, 29 aprile 2019, con il Vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. Nell’occasione il Consiglio Direttivo dell’OPI della provincia di Trieste ha potuto confrontarsi con l’Assessore Riccardi su alcune tematiche che incidono sulla garanzia di salute e sulla qualità dell’assistenza per i cittadini.

    Sulla scorta di quanto previsto dall’Accordo siglato lo scorso dicembre tra la Federazione Nazionale degli Ordini delle Professioni Infermieristiche (FNOPI) e la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, ci si è confrontati sul peculiare contesto socio-sanitario triestino e sui possibili scenari riorganizzativi a tutela della salute e qualità assistenziale per la cittadinanza.

    Cinque sono state le tematiche discusse, con la conferma da parte dell’assessore Riccardi che le stesse saranno trattate in specifici tavoli permanenti che saranno istituiti dall’ARCS con la partecipazione degli Ordini provinciali delle Professioni Infermieristiche:

    • sviluppo di nuovi modelli organizzativo-assistenziali e delle competenze esperte e specialistiche alla luce del nuovo CCNL del personale del comparto Sanità e delle responsabilità definite dalla legge 24/2017;
    • sviluppo professionale e di carriera, formazione ed aggiornamento del personale infermieristico del SSR – formazione manageriale;
    • definizione di un coerente fabbisogno formativo di infermieri (laurea triennale) a garanzia dei mutati livelli di complessità assistenziale nelle cure a lungo decorso, del turn-over legato ad un’età media elevata ed alle riforme previdenziali in atto; infine, la tutela o l’implementazione di ambiti specialistici che richiedono competenze avanzate da sviluppare attraverso percorsi di studio post-base (ne citiamo solo alcuni ad alta valenza assistenziale: Infermieristica in area neonatologica e pediatrica; Infermieristica di comunità; Infermieristica in area critica; Infermieristica in salute mentale);
    • avvio di percorsi per lo sviluppo del corpo docente universitario afferente ai settori scientifico-disciplinari dei corsi di laurea delle professioni sanitarie;
    • standard del personale infermieristico del SSR con focus sulla realtà locale.

     

    Ci si è soffermati sul tema del sistema di riclassificazione delle case di riposo, dove le ripetute deroghe ai requisiti di funzionamento previsti dal nuovo regolamento, che prevedono il necessario inserimento di personale qualificato per il governo assistenziale, stanno determinando la mancata/parziale revisione dei piani e progetti assistenziali che esita spesso in non sempre adeguati livelli di cure erogate, determinando negativamente gli esiti in termini di salute; tali aspetti si ripercuotono a catena nell’utilizzo, spesso inappropriato, dei servizi di soccorso territoriale, al sovraffollamento dei Pronto Soccorsi e dei reparti di area medica. OPI Trieste ha proposto all’Assessore di valutare la possibilità, nelle more delle prossime ulteriori proroghe relative all’adesione ai nuovi requisiti di accreditamento, di prevedere almeno l’inserimento di personale infermieristico a garanzia della sostenibilità del sistema e dei migliori livelli di cura possibile; la proposta sarà valutata dai tecnici dell’assessorato.

    Infine, è stata posta l’attenzione al Piano Nazionale dei Tempi di attesa, sul quale, nonostante siano già superati i termini previsti dal decreto nazionale, la Regione FVG non ha ancora legiferato la loro declinazione e relativa applicazione.

    L’incontro, nonostante qualche attimo di acceso confronto relativo alle modalità che hanno portato, con notevole ritardo rispetto alle richieste fatte da OPI, all’appuntamento odierno, si è rivelato un buon momento di analisi congiunta delle principali criticità e delle possibili azioni da mettere in campo, volte a garantire la sostenibilità del Servizio Sanitario Regionale e la tutela del diritto alla salute dei nostri cittadini. Sarà nostra cura verificare la loro effettiva implementazione nei tempi e nelle modalità concordate.

    Cogliamo l’occasione per ringraziare tutti per le centinaia di firme online e cartacee raccolte in soli tre giorni.

    Il Consiglio Direttivo dell'OPI di Trieste.

  • News n° 938 del 25/04/2019

    Lettera aperta al Presidente della Regione FVG

    Lettera aperta                                                   

     Al Presidente della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

    dott. Massimiliano Fedriga

     All’Assessore alla salute, politiche sociali e disabilità

    Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

    dott. Riccardo Riccardi

     

    E’ con estremo stupore e rammarico che veniamo a conoscenza, tramite i social media e gli organi di informazione, che l’Assessore alla salute, politiche sociali e disabilità Riccardo Riccardi in data 24 aprile u.s. ha incontrato gli Ordini delle Professioni Infermieristiche (OPI) di Pordenone, Udine e Gorizia, escludendo l’OPI di Trieste.

    Il tweet postato dall’Assessore Riccardi “Poco fa ho incontro i presidenti degli Ordini degli infermieri del FVG” riporta frasi non veritiere e confondenti per il lettori  in quanto non tutti gli OPI del FVG sono stati ascoltati, infatti, è stata preclusa la possibilità ai rappresentati dell’Ente Pubblico OPI Trieste, Ente che conta 2.200 Infermieri iscritti, di poter presenziare ed iniziare un rapporto sereno e costruttivo con l'Assessorato regionale in tema di programmazione sanitaria e professionale a tutela degli iscritti, ma soprattutto a garanzia della salute di tutti i nostri cittadini che hanno il diritto di essere assistiti da personale qualificato e in numero adeguato per far fronte alla crescente richiesta di salute in ogni contesto (domiciliare, territoriale ed ospedaliero).

    I professionisti Infermieri della provincia di Trieste chiedono quali siano le motivazioni che hanno portato un rappresentante del Governo regionale ad una simile decisione, nonostante le formali richieste dall’OPI Trieste alle quali non si è mai avuto alcun riscontro non garantendo, di fatto,  a tutti i cittadini e professionisti di questa regione le pari opportunità e i pari diritti.

    Di un tanto sarà coinvolta la terza Commissione permanente regionale che ha funzioni di tutela della salute, servizi sociali, alimentazione, previdenza complementare e integrativa.

    In attesa di un doveroso e sollecito riscontro, distinti saluti.

    Il Consiglio Direttivo OPI Trieste e la comunità infermieristica di Trieste.

     

    Aiutaci a dare forza alla voce degli infermieri iscritti all'OPI di Trieste firmando la petizione:

    https://firmiamo.it/ordine-infermieri-trieste--tutela-della-sanita-triestina

  • News n° 937 del 23/04/2019

    Congresso SIMDO Nord Italia “Il Diabete complesso. Innovazione multidisciplinare e tecnologia” SAVE THE DATE

    Il Congresso SIMDO Nord Italia “Il Diabete complesso. Innovazione multidisciplinare e tecnologia” si svolgerà a Trieste nei giorni 24 e 25 maggio 2019.

    Alleghiamo alla presente il Save the date (programma) dell'iniziativa aggiornato. L'evento gode dell'accreditamento ECM per tutte le discipline e, è possibile iscriversi dal seguente " link per le iscrizioni "
     

  • News n° 936 del 09/04/2019

    Rapporti OPI Trieste e Regione FVG: stato dell'arte

    Gentili iscritti,

    alla luce delle molte richieste pervenuteci e nella logica della trasparenza che da sempre distingue questo Ordine professionale, dopo parecchi mesi di attesa senza alcuna risposta, riteniamo corretto informarvi delle azioni messe in atto da questo Direttivo al fine di poter iniziare un rapporto sereno e costruttivo con l’Assessorato regionale in tema di programmazione sanitaria e professionale a tutela degli iscritti ma soprattutto a tutela della salute dei nostri cittadini che hanno il diritto di essere assistiti da personale qualificato e in numero adeguato per far fronte alla crescente richiesta di salute in ogni setting (domiciliare, territoriale ed ospedaliero).

    Trovate allegate le due note inviate sia come Coordinamento Regionale OPI FVG sia come OPI Trieste in cui chiediamo un incontro urgente, purtroppo entrambe ancora senza alcuna risposta.

    Qualora ci fossero sviluppi sarà nostra cura informarvi.

    Il Consiglio Direttivo 

    Nota inviata dal Coordinamento Regionale OPI FVG

    Nota inviata da OPI Trieste

  • News n° 935 del 08/04/2019

    Nuove modalità di pagamento delle quote annuali OPI Trieste

    Gentile Collega,

    in riferimento all’art. 5 della Legge 11 gennaio 2018, n. 3  per l’esercizio della professione di Infermiere, in qualunque forma giuridica svolta, è necessaria l’iscrizione all’Albo  Professionale.

    In qualità di Presidente dell’Ordine Professioni Infermieristiche (OPI) di Trieste desidero illustrarTi i cambiamenti relativi ai pagamenti verso la Pubblica Amministrazione a cui quest’anno siamo chiamati ad ottemperare.

    Come deliberato il 15/02/2019 dall’Assemblea degli Iscritti, l’importo per l’iscrizione annuale all’Albo è di € 95,00.

    La scadenza per il pagamento è il 30/04/2019.

    MODALITA’ DI PAGAMENTO:

    L’OPI, quale Ente Pubblico ha l’obbligo, per la riscossione dei tributi e pagamenti, di procedere con le modalità previste e denominate pago-PA (normativa prevista dall’art.5 del Codice dell’Amministrazione Digitale e dall’ articolo 15, comma 5-bis del D.L. 179/2012)

    Per il pagamento è indispensabile avere a disposizione IL MODULO DI PAGAMENTO riportante il Codice Avviso e/o codice IUV e il QR Code che ti è stato inviato via mail o PEC, se hai comunicato uno dei due all’OPI, oppure via posta ordinaria se non ci hai ancora comunicato nessuno dei due.

    A tal proposito ti ricordiamo che per i professionisti è di fatto obbligatorio essere in possesso di una casella di posta elettronica certificata, qualora non te ne fossi ancora munito, l’OPI offre una casella PEC gratuita a tutti i suoi iscritti , ti invitiamo pertanto a contattarci telefonicamente e prendere un appuntamento per l’apertura della tua casella PEC.

    Qualora dovessi avere problemi a visualizzare il messaggio di posta elettronica o il suo allegato, puoi leggere in fondo a questa newsletter le istruzioni.

    Questo sistema prevede il pagamento della tassa annuale di iscrizione all’Ordine attraverso un maggior numero di possibilità:

    • sul sito web https://www.pagodigitale.it, accedendo alla sezione ESEGUIRE UN PAGAMENTO, selezionando l'ente convenzionato e inserendo il codice avviso e/o codice IUV presente sull'avviso. E’ possibile scegliere tra gli strumenti di pagamento disponibili: carta di credito o debito o prepagata sui principali circuiti (Visa, MasterCard, VPay, Maestro, Cartasì, etc.) oppure il bonifico bancario, nel caso si disponga di un conto corrente presso il Gruppo Intesa San Paolo.
    • presso tutti gli uffici postali presentando il MODULO DI PAGAMENTO allegato;
    • sulla propria home banking dove sono presenti i loghi CBILL o PagoPA, ricercando l’Ordine per nome o tramite il codice interbancario CBILL nell’elenco delle Aziende e riportando il Codice Avviso, che bisognerà avere a disposizione, e l’importo;
    • presso le tabaccherie con circuito Banca 5 e i punti vendita SisalPay, LIS Paga (Lottomatica), PayTipper, etc.;

    La procedura  pago-PA è di fatto obbligatoria per legge e serve a ridurre costi e procedure burocratico amministrative sia per gli Enti che per i professionisti.

    Qualora dovessi avere problemi a visualizzare il bollettino in formato .pdf o il messaggio di posta elettronica certificata in formato .eml, ti invitiamo a munirti dei software in grado di gestire tali formati.

    Per la corretta visualizzazione dei file .pdf esistono molti software gratuiti, il più comune dei quali è Adobe Acrobat Reader.

    Il messaggio di posta elettronica certificata in formato .eml è, invece, nativamente supportato dalla maggior parte dei browser internet (come Firefox o Google Chrome). Tuttavia, se stai cercando di visualizzare il messaggio dal tuo smartphone o tablet, o se stai tentando di accedervi da un client di posta elettronica (come Microsoft Outlook o Thunderbird) e non dovessi riuscirvi, ti invitiamo ad accedere alla tua casella postale direttamente da un browser internet e da lì aprire l’allegato alla mail che hai ricevuto dall’OPI Trieste.

    Certo della Tua collaborazione, Ti porgo i miei più cordiali saluti.

    Il Presidente

    dott. Flavio Paoletti                                                               

  • News n° 934 del 03/04/2019

    Slow medicine - Fare di più non significa fare meglio

    Al fine di migliorare la qualità e la sicurezza delle attività assistenziali, la FNOPI chiede il contributo di tutti i propri iscritti.

    Dal 2013 la FNOPI ha aderito al progetto "Fare di più non significa fare meglio", promosso da Slow Medicine. 
    Nel progetto sono state coinvolte le società tecnico-scientifiche che hanno risposto all'invito di partecipazione: AIOSS, AIUC, AIURO, ANIMO, ANIPIO, ANIARTI, AICO, oltre a quelle dell’area pediatrica. 

    Il contributo delle società è stato prezioso e ha permesso di formulare la redazione di 31 raccomandazioni, la cui diffusione è stata promossa attraverso incontri presso gli OPI provinciali. In questa nuova fase sono state selezionate 6 pratiche su cui la Federazione chiede ai propri iscritti di esprimere la propria opinione, al fine di migliorare la qualità e la sicurezza delle attività assistenziali. 

    Il questionario on line è disponibile dalla homepage del portale www.fnopi.it o direttamente A QUESTO LINK

    L'OPI di Trieste estende l'invito a partecipare alla ricerca a tutti i propri iscritti.

     

  • News n° 932 del 28/03/2019

    Competenze per la prevenzione e per la gestione dello stress nei contesti sanitari

    Si avvisano gli iscritti dell' OPI Trieste che a partire da oggi 28 marzo 2019,sono aperte le iscrizioni per l’evento formativo: "Competenze per la prevenzione e per la gestione dello stress nei contesti SANITARI". Il corso si terrà  Martedi 16 Aprile 2019  dalle ore 15.00 alle ore 19.00, presso la sede dell'OPI Trieste, via Roma 17. Le iscrizioni dovranno pervenire tramite la compilazione della consueta scheda di iscrizione inviandola via mail (segreteria@opitrieste.it) o via fax al numero 040 371244. Il corso è stato accreditato per 25 partecipanti.

    L’evento è accreditato dal Provider Policlinico Triestino SPA, sede legale via Bonaparte 4 -34123 Trieste, con il codice POLITS_16087 - Ai partecipanti che frequentano il 100% delle ore e che superano le verifiche di apprendimento, conferisce  6.4 crediti ECM

    Programma e scheda di iscrizione disponibili a questo link.

  • News n° 931 del 27/03/2019

    Consultazione preventiva del Piano Triennale Prevenzione della Corruzione e per la Trasparenza e l'Integrità

    Avviso di procedura aperta per consultazione preventiva del Piano Triennale per la Prevenzione della Corruzione (PTPC) 2018-2020, del Programma Triennale per la Trasparenza e l’Integrità 2018-2020 (PTTI) dell’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Trieste.

    Si comunica a tutti i soggetti che ne abbiano interesse che presso l'area Amministrazione Trasparente del sito istituzionale dell'OPI di Trieste è già disponibile la bozza del documento riportante, in forma integrata, il Piano Triennale per la Prevenzione della Corruzione (PTPC) 2018-2020, il Programma Triennale per la Trasparenza e l'Integrità 2018-2020 (PTTI).

    Come previsto dalla normativa di riferimento (L. 190/2012 D. Lgs 33/2013, D. Lgs 165/2001) il documento è sottoposto ad una procedura aperta di consultazione prima dell'adozione finale da parte dell'organo d'indirizzo politico-amministrativo ovvero da parte del Consiglio Direttivo dell'OPI di Trieste.

    Il documento sottoposto a consultazione pubblica costituisce un complesso organico di norme interne finalizzate alla prevenzione della illegalità nell'azione amministrativa ed alla diffusione di una cultura improntata all'etica e alla trasparenza, e per tali motivazioni anche la partecipazione pubblica è un atto fondamentale e prodromico finalizzato a rafforzare le finalità insite nel documento.

    Le osservazioni o proposte di modifica che chiunque abbia interesse a proporre devono essere inoltrate esclusivamente all'email dell'OPI indirizzandole al Responsabile dell'Anticorruzione e dovranno essere trasmesse entro e non oltre il giorno 31 marzo 209.

    Si ringrazia fin d'ora del contributo che si voglia proporre.

    Vedi la comunicazione ufficiale